6 esempi di Facebook lead ads che funzionano (e perché)

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
6 ESEMPI DI FACEBOOK LEAD AD CHE FUNZIONANO (E PERCHÉ)

Se sei come la maggior parte dei rivenditori online, ti starai sicuramente basando sui canali a pagamento come Facebook advertising ,maggiormente rispetto a quelli di ricerca organica.

Stai praticamente spendendo soldi per fare soldi.

Tuttavia. con i costi di acquisizione che salgono sempre più alle stelle, devi necessariamente acquisire la migliore qualità di lead al prezzo più basso possibile.

Facebook lead ad è la miglior strada per raggiungere questo obiettivo, ma solo se segui le strategie di cui ti parleremo in questo post.

Ti mostreremo anche 6 esempi di successo con le Facebook lead ad, e tutte le loro caratteristiche principali.

Quindi, se sei pronto a creare delle Facebook lead ad super performanti, continua a leggere.

Cosa sono le Facebook Lead Ads?

Le Facebook Lead Ads sono delle inserzioni che appaiono nel feed degli utenti e nelle storie di Facebook ed Instagram.

Aiutano i business a collezionare le informazioni di contatto delle persone, come l’indirizzo email e il numero di telefono, senza lasciare la piattaforma.

Similmente alle altre inserzioni a pagamento, le Facebook lead ads sono rivolte ad uno specifico pubblico sulle diverse piattaforme. In questo modo, puoi generare dei contatti interessanti e di qualità che andranno a finire direttamente all’interno del tuo CRM.

1. Fai crescere la tua lista delle Newsletter

Come ci suggerisce il nome, le Facebook lead ads sono un ottimo strumento per aumentare il numero di iscritti alla newsletter.

Uno dei maggiori vantaggi di questo metodo di fare advertising è che la struttura precompilata dei form rende estremamente semplice il processo di opt in alla tua newsletter.

Facebook Lead Ad

(FONTE: Facebook)

Gli utenti possono iscriversi alla tua newsletter in pochi click (e senza abbandonare la piattaforma), e Facebook invierà automaticamente il nuovo contatto all’interno del tuo CRM.

Le lead ads ti aiutano a collezionare contatti targhettizzati con dei semplici form, la tua attività più importante è quella di ottimizzare le tue inserzioni per una conversione più alta.

Per raggiungere questo, crea delle lead ads in linea con la tua target audience e offri un incentivo.

Ecco due modi per fare questo.

Offri un codice sconto

Non è un sgreto che i clienti amino i codici sconto.

Se usati correttamente, i discount code possono possono spingere i visitatori a compiere l’azione, come completare un ordine o iscriversi alla newsletter.

Senza sorpresa, i codici sconto sono la chiave delle Facebook lead ads.

Guarda questo esempio di Boux Avenue:

Facebook Lead Ad

In questa lead ad , Boux Avenue evidenzia i benefici di iscriversi alla newsletter (ricevere news) e il risparmio monetario derivato dalla tua iscrizione (20% di sconto sul primo ordine).

Se sei interessato alle offerte di Boux Avenue non devi fare altro che cliccare sul pulsante call to action (CTA) ”Sign up” ed inviare il form precompilato.

La compagnia ti mostrerà il codice sconto quando avrai completato il form su Facebook, così non dovrai compromettere la tua esperienza online.

Organizza una competizione

Se i codici sconto sono molto validi per convertire gli utenti in iscritti alla newsletter, sicuramente non fanno altro che ridurre il valore percepito sui tuoi prodotti.

Se non sei disposto a scontare i tuoi articoli per collezionare degli indirizzi email, puoi creare un giveaway ed inserire l’indirizzo email come requisito dei dati da lasciare per parteciparvi.

Sappiamo dall’esperienza dei nostri clienti che un prodotto fisico converte molto di più rispetto ai codici sconto, ma per molte aziende, specialmente quelle che vendono prodotti high-ticket, questo è impossibile.

Audi è uno di questi brand, ma ha trovato una chiara soluzione al problema.

Facebook Lead Ad

(Competizione d’Autunno! Vuoi avere le chiavi di questa nuova Audi A4 Avant e testarla per 30 giorni? Bene, iscriviti alla newsletter di Audi Danimarca e prendi parte alla competizione).

Invece di offrire un codice sconto o un prodotto fisico, Audi ha lanciato un giveaway per vincere 30 giorni di test drive della sua nuova macchina, in cambio del tuo nome e dell’email da lasciare per la partecipazione al giveaway.

Il giveaway è una chiara lead ad perché Audi sa quali sono i giusti incentivi per la propria audience. In più, loro sanno che possono convertire rapidamente un test drive.

In questo modo, Audi colleziona dei contatti su Facebook che potrà poi nutrire successivamente con l’email marketing e le inserzioni a pagamento.

2. Crea un’offerta limitata nel tempo

Le Facebook lead ads non servono solo per incrementare le iscrizioni alla newsletter, ma aiutano anche i clienti ad entrare nel tuo funnel di vendita per saperne di più.

Aggiungendo un’offerta speciale alle tue lead ads, puoi aumentare la loro efficacia.

Guarda questo semplice esempio di Virgin Active South Africa:

Facebook Lead Ad

In questa campagna promozionale, la compagnia usa i video nelle sue lead ads per far risaltare il messaggio.

Virgin Active organizza una campagna stagionale con l’obiettivo di promuovere un numero maggiore di abbonati in palestra mentre l’estate si avvicina, chiedendo agli utenti: ”L’estate è pronta per te?”

Dopo di che inviano un discount code ai nuovi clienti ed offrono una free membership di tre mesi se un utente si iscrive in palestra entro il 21 Ottobre.

Con l’offerta limitata nel tempo, Virgin Active crea un senso di scarsità ed urgenza volto a far agire velocemente il suo pubblico.

Oltre a collezionare le email dei sottoscrittori, adotta un approccio più diretto alla generazione di contatti ed invita gli utenti a compilare il modulo istantaneo per diventare un cliente.

3. Incoraggiare l’iscrizione ai corsi online

Non solo i brand e gli e-commerce fanno leva sulle Facebook ads per la lead generation.

I blogger e gli insegnanti hanno un grande vantaggio perché possono acquisire nuovi lettori e studenti attraverso la piattaforma di advertising.

Mentre le risorse gratuite come i lead magnet sono efficaci nel generare lead freddi, molti blogger e aziende B2B utilizzano le Facebook lead ads per chiedere un impegno maggiore agli utenti, come l’iscrizione ad un corso online.

Ecco un esempio di una digital company, Girlboss:

Facebook Lead Ad

In partnership con una compagnia finanziaria, Girlboss annuncia i suoi nuovi corsi e invita gli utenti ad iscriversi , direttamente dal forma istantaneo di Facebook.

Ciò che rende questo annuncio principale di successo è il modo in cui Girlboss attira l’attenzione degli utenti con un aspetto semplice ma accattivante, ponendo una domanda che risuona con il pubblico target dell’azienda.

Girlboss ha creato differenti versioni di questa ad cambiando copy ed immagini.

Facebook Lead Ad

Tuttavia, l’idea principale è la stessa. In tutto l’annuncio, Girlboss evidenzia i vantaggi che un utente otterrà quando si iscrive al loro corso online. E utilizzando gli annunci lead di Facebook, rendono questo processo semplicissimo.

4. Colleziona email con un Lead Magnet

Catturare i lead con una risorsa utile non è una nuova strategia, ma la cosa positiva è che non devi avere necessariamente un blog per aumentare il numero dei tuoi contatti con un lead magnet.

I lead magnet sono un affare equo: gli esperti di marketing aumentano la loro lista e-mail e gli utenti ottengono l’accesso a materiale prezioso in cambio delle loro informazioni.

Tuttavia, funziona solo se il lead magnet è davvero prezioso.

Truffare i tuoi potenziali clienti con un contenuto di scarsa qualità non farà altro che avvicinarli ai tuoi concorrenti, mentre, offrire reale valore ti aiuterà a convertirli nel tempo.

5. Promuovi il Download di una Brouchure

Non tutti i business online sono uguali.

Qualcosa che può funzionare per una Facebook lead ad forse non performerà allo stesso per il tuo brand.

Per esempio, se non sei un’azienda B2C non tutte le strategie di marketing possono essere applicate al tuo business.

A differenza della maggior parte degli e-tailer, devi generare lead che puoi consegnare ai venditori o ai rivenditori.

Che tu sia un rivenditore tradizionale come descritto sopra o che vendi prodotti complessi con un percorso più lungo dell’acquirente, probabilmente usi gli opuscoli per fornire informazioni dettagliate sui tuoi prodotti.

Poiché è prassi comune consegnare le brouchure in cambio di informazioni di contatto, le Facebook lead ad sono il mezzo perfetto per favorire il download di brochure con campagne di annunci iper-mirate.

Guarda questo esempio di Airstream:

Facebook Lead Ad

Con queste lead ad, Airstream promuove uno dei suoi prodotti con il focus sulle loro caratteristiche, usando degli annunci in formato carosello e video.

Questo tipo di lavoro a livello di advertising è perfetto per una strategia di retargeting per catturare gli utenti di Facebook che hanno visitato il tuo sito.

Inoltre, se hai delle brochure con delle informazioni tecniche e precise che i clienti dovrebbero conoscere prima di prendere la decisione di acquistare, promuovile, e chiedi agli utenti di Facebook delle informazioni di contatto in cambio.

6. Colleziona lead con il Pre-lancio

Mentre è comune che i marchi automobilistici utilizzino gli annunci lead di Facebook per aumentare le prenotazioni di test drive, esiste una strategia utilizzata da Nissan applicabile a qualsiasi marchio.

L’azienda utilizza Facebook per creare entusiasmo per il lancio di nuovi prodotti:

Facebook Lead Ad

Nissan va oltre il semplice annuncio di un modello di auto imminente e chiedendo agli utenti di “rimanere sintonizzati”, infatti, invitano i fan ad iscriversi alla loro lista e-mail per seguire il lancio.

In questo modo, Nissan colleziona gli indirizzi email delle persone interessate che può utilizzare per contattare gli utenti dopo il suo periodo di lancio.

La parte migliore è che puoi replicare facilmente questa strategia per qualsiasi cosa che stai vendendo.

Se stai lanciando una nuova collezione di vestiti, aggiungendo un brand al tuo catalogo, o inserendo delle offerte per il Black Friday, le Facebook lead ads possono aiutarti a creare movimento attorno ad esse e a generare contatti email in target.

Se vuoi catturare l’attenzione dei tuoi lead, inserisci un po’ di mistero nel tuo copy e nella tua creatività.

Se vuoi iniziare ad utilizzare le Facebook lead ads e a far crescere il numero di contatti dei potenziali clienti non esitare a contattarci a [email protected]

Ti aspettiamo!

FONTE: Sleeknote



I PIÙ RECENTI:

ARTICOLI CORRELATI:

SERVIZI:

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali (consulta la nostra Privacy Policy) per ricevere newsletter promozionali e commerciali sui prodotti/servizi offerti da BriefMe.it