.PERFORMANCE MARKETING

CONVERTIRE È LA NOSTRA MISSIONE. ABBI FEDE, FUNZIONA.

CONVERTIRE
È LA NOSTRA MISSIONE.
ABBI FEDE, FUNZIONA.

Con la nostra agenzia sarai in grado di delineare una strategia di marketing a 360°, senza tralasciare alcun aspetto. L’Inbound Marketing è un approccio che ti consente di attrarre le giuste persone e convertirle in promotori del tuo brand.
BFM_Sito2021_pg_PMARKETING_img_ico01_v3
attrai utenti
qualificati
BFM_Sito2021_pg_PMARKETING_img_ico02_v3
converti i tuoi
clienti in promotori
BFM_Sito2021_pg_PMARKETING_img_ico03_v3
aumenta il roas
delle tue attività

Cos’è il performance marketing?

Il performance marketing è
un approccio rivoluzionario
al marketing, basato
sulla centralità dell’utente
durante i tre momenti
del processo d’acquisto:
Awareness, Consideration
e Decision.

metodologia dell’inbound

BFM_Sito2021_pg_PMARKETING_img_infogr_inbound_v3
L’immagine rappresentata non è altro che il Funnel di Conversione applicato alla metodologia dell’inbound. Con diversi contenuti, azioni e con la giusta comunicazione, dovrai prima attrarre gli utenti, poi convertirli in lead, successivamente convertire i lead in clienti ed in fine deliziare i tuoi clienti con un sistema di lead nurturing.

Applicare ed adottare l’inbound marketing come propria strategia significa non solo mettere il cliente al centro dell’attenzione, ma comunicare con quest’ultimo in maniera coerente ed efficace, inviando il messaggio giusto, al momento giusto, nel modo giusto, alla persona giusta.

guida al
performance
marketing

guida al
performance
marketing

Perché il messaggio giusto, al momento giusto, nel modo giusto, alla persona giusta?

Repetita iuvant: l’utente attraversa diverse fasi prima di prendere una decisione importante, come l’acquisto di un prodotto o di un servizio. Prima si informa, poi valuta e infine decide.

Proprio per questo motivo, non puoi permetterti di sparare a razzo messaggi altamente commerciali a persone che neanche ti conoscono. E per lo stesso motivo, non puoi permetterti di parlare a tutti gli utenti nella stessa maniera, proprio perché si trovano in diverse fasi del processo decisionale.
L’obiettivo è quello di
costruire un rapporto
di fiducia con il cliente
sin dal momento in cui
si sta informando
su come risolvere
un problema.
L’obiettivo è quello
di costruire
un rapporto
di fiducia con il cliente sin dal momento in cui
si sta informando su come risolvere un problema.

richiedi una consuLENZA gratuita

Come lo facciamo
Il performance marketing ricopre tutti gli aspetti di una strategia di marketing digitale: va dalla definizione del target alla pubblicazione dei contenuti, dalla conversione degli utenti all’ottimizzazione dei tassi di conversione.

Noi di BriefMe con performance marketing non intendiamo un servizio, ma un approccio metodologico al marketing che non dia niente per scontato. Esso racchiude tutte le attività necessarie per far sì che l’utente sia guidato nel proprio processo decisionale.
Cosa facciamo
Ecco quali sono le attività che noi di BriefMe mettiamo in atto nel processo di inbound marketing:
definisci obiettivi, target, contesto, contenuti,
azioni e canali da utilizzare.
crea contenuti utili, video, webinar, articoli di blog, e-book, guide, pdf ed ottimizza tutto per la SEO.
scegli i canali social da presidiare sia mediante la pubblicazione dei contenuti sia tramite la pubblicità a pagamento.
crea o ottimizza il tuo sito web,
il tuo e-commerce e le tue landing page.
metti a punto campagne su Google Ads, scegli le giuste
keywords, i posizionamenti e gli annunci da mostrare.
personalizza il percorso di conversione dell’utente e rendi più veloci ed efficienti i percorsi digitali con le automazioni.
aumenta il ROAS ed il tasso di conversione delle tue attività di marketing tramite continue attività di ottimizzazione.
aumenta le tue vendite grazie ad un team dedicato, liste di contatti profilate ed un contact center qualificato.
definisci obiettivi, target, contesto, contenuti,
azioni e canali da utilizzare.
crea contenuti utili, video, webinar, articoli di blog, e-book, guide, pdf ed ottimizza tutto
per la SEO.
scegli i canali social da presidiare sia mediante la pubblicazione dei contenuti
sia tramite la pubblicità
a pagamento.
crea o ottimizza il tuo sito web, il tuo e-commerce e le tue landing page.
customizza le campagne, scegli le giuste keywords,
i posizionamenti e gli annunci.
personalizza il percorso di conversione dell’utente e rendi più veloci ed efficienti i percorsi digitali con le automazioni.
aumenta il ROAS ed il tasso di conversione delle tue attività
di marketing tramite continue attività di ottimizzazione.
aumenta le tue vendite grazie ad un team dedicato, liste di contatti profilate ed un contact center qualificato.
perchè briefme
.01
Crediamo nell’unicità
delle persone, così come
nell’unicità dei progetti.
.02
Mettiamo a punto
una strategia strutturata
a pennello per te.
.03
Teniamo conto
del tuo Buyer Persona, ovvero del tuo target, delle loro esigenze e dei loro touchpoints.

le nostre certificazioni

BFM_cert_final4

REASON WHY

?

Quali problemi risolve
il performance marketing?

Uno dei più grandi problemi, nonché una delle più grandi sfide, del fare marketing online è avere una strategia chiara e ben definita. Senza avere una strategia di Marketing chiara sin dall’inizio, è molto probabile che finirai per sprecare tutti i tuoi sforzi ancor prima di iniziare. Per fare in modo che tutte le tue azioni di marketing siano sensate ed ottenere i risultati desiderati, devi prima:

Creare una strategia di Performance Marketing o una mappatura del tuo piano o progetto.
Definire i KPI della tua strategia.
Definire con specificità le azioni di Marketing che vuoi intraprendere.
Definire degli Obiettivi SMART.
Incaricare le giuste persone di compiere compiti specifici.
Definire una linea temporale e delle scadenze, cercando di rispettarle.
Fare in modo che la comunicazione sia chiara e trasparente tra tutti i membri del team.
Creare una reportistica per tracciare i tuoi progressi e per continuare con la tua strategia.
Molto spesso si tende a dimenticare un elemento fondamentale del Marketing: avere a disposizione dei dati chiari e ordinati, facili da trovare e semplici da interpretare. Questo riguarda prevalentemente il modo in cui conservi, organizzi ed aggiorni i dati sui tuoi prospect e/o clienti. Molto spesso si tende ad usare più strumenti e piattaforme diverse tra loro per collezionare ed organizzare dati: ciò provoca una mancanza di coerenza tra di essi, diversi formati tra loro e, nella peggiore delle ipotesi, la perdita degli stessi.
Il performance marketing viene incontro a questa esigenza mediante la scelta del giusto CRM e delle giuste piattaforme di marketing per la collezione e l’organizzazione dei dati. Tra i software più efficienti vi è HubSpot, che permette di avere i dati del CRM, del reparto Marketing, Vendite e Back Office tutte all’interno di un unico posto.
Ti sei reso conto che, con il passare del tempo, il traffico del tuo sito ti porta spesso contatti di utenti poco o per niente interessati ai tuoi servizi e/o prodotti? Oppure i lead che attrai sono di bassa qualità? Se così fosse, sappi non sei l’unico. Questo è uno dei problemi più comuni nel Marketing ed ha a che fare con il tuo target, ovvero con la definizione delle Buyer Personas.
Definire le Buyer Personas del tuo brand ti aiuta non solo a capire le esigenze ed i bisogni del tuo target, ma anche quali sono i loro problemi e le loro sfide.
Conoscendo tutte queste loro caratteristiche, sarà più facile per te fornire loro la giusta soluzione al loro problema nel modo giusto e nel momento giusto.
Il sito web tende ad essere uno degli strumenti principali per il Marketing e le vendite. Se gli utenti che visitano il tuo sito web tendono ad abbandonarlo dopo poco (quindi hai un alto tasso di rimbalzo), devi fare in modo di risolvere il problema nel minor tempo possibile.
Un sito web potrebbe non funzionare per una serie di motivi:

Branding & Design: il primo fattore che i visitatori del tuo sito web prendono in considerazione è il design del sito e l’identità del brand. Il tuo sito web dovrebbe essere pulito e semplice, con una organizzazione delle pagine che rendano facile la navigazione e con poco testo (dove conta).

• User Experience: considera aspetti come la velocità di caricamento delle pagine, la visualizzazione da più dispositivi, menù di navigazione, funzionamento dei tasti e delle CTA e così via. Tutti questi aspetti hanno un impatto notevole sui tuoi utenti che, se negativo, potrebbero abbandonare il tuo sito dopo pochi secondi.
Contenuti: rivedi i tutti i contenuti del tuo sito web, dalle landing page alle pagine prodotto/servizio, dagli articoli del blog ai form di contatto. Ogni contenuto del tuo sito deve avere principalmente due obiettivi, convertire ed informare/educare.
Il tuo sito web deve avere un solo obiettivo; ottenere le conversioni desiderate. Siano esse acquisti, richieste di preventivo, iscrizioni alla newsletter e così via, non riuscire ad ottenerle significa avere anche dei problemi di business.
Landing pages e form, ad esempio, giocano un ruolo cruciale nella raccolta di contatti. Tuttavia, avere questi elementi non basta; anche le landing page devono essere segmentate in base alle tue Buyer Persona ed ottimizzate in base alla quantità di informazioni che chiedi ed il valore del contenuto che stai dando in cambio.
Puoi prendere in considerazione il fatto di offrire diversi tipi di contenuti a seconda delle tue Buyer Personas e, una volta ottenuti i loro contatti, mettere in moto un sistema di Lead Nurturing mediante l’utilizzo dell’email marketing.
Le ricerche online costituiscono una buna parte delle visite al tuo sito web e dell’acquisizione di clienti finali. Ciò significa che avere una Content Strategy efficace è fondamentale per permettere al tuo sito web di apparire tra i primi risultati di ricerca nel momento in cui gli utenti cercano soluzioni ai propri problemi; soluzioni che tu potresti offrirgli.
Fondamentalmente, per ottenere un buon posizionamento, puoi ricorrere a due attività: creazione di una Content Strategy e l’implementazione della SEO, ovvero l’ottimizzazione per i motori di ricerca. Con la prima organizzi i tuoi contenuti da pubblicare, come gli articoli del blog, in maniera efficace e coerente agli intenti di ricerca ed alle necessità del tuo target. Con la seconda, invece, ottimizzi tutti i contenuti nelle loro parti, come titolo, meta-descrizione, attributi delle immagini, per determinate keywords organiche utili a migliorare il posizionamento online.
Se ti trovi nella situazione di avere molti lead o un piccolo team di vendite, devi necessariamente saper riconoscere il valore dei tuoi lead, in modo da dare priorità a quelli più importanti e rispondere a questi in maniera veloce ed efficace.
Di fatti, uno dei problemi più comuni quando si parla di marketing è quello di non rispondere abbastanza velocemente oppure di sprecare tempo con lead poco qualificati o poco interessati a ciò che offri.
Se avere diversi team con diverse responsabilità è un grande vantaggio in termine di divisione dei compiti e verticalizzazione delle competenze, d’altro canto può comportare dei problemi quando alcune attività devono essere gestite da più team. Il rischio è quello di non avere le giuste persone ad occuparsene.
Per il Marketing, ad esempio, la più grande sfida è quella di allineare il reparto Marketing a quello delle Vendite. Di fatti, per far sì che una strategia di marketing abbia successo, è necessario che il reparto Marketing e vendite collaborino. Ed è in questo momento che entra in gioco l’allineamento tra reparto Marketing e reparto Vendite.
Molto spesso, quando si tratta di fare marketing, uno dei dubbi più grandi riguarda proprio l’analisi dell’andamento della propria strategia e dei risultati che si stanno ottenendo. Capire se la tua strategia di marketing sta avendo un impatto positivo o negativo sul tuo business è di fondamentale importanza. Il marketing non è solo comunicazione e creatività, ma è anche dati.
Ciò significa che devi stabilire delle metriche, o più tecnicamente dei KPI, da tenere in considerazione per analizzare i tuoi dati, misurare i risultati e creare una reportistica adatta da condividere all’interno del team.
Per massimizzare tempo e risorse, il primo passo è quello di utilizzare le automazioni come parte della tua strategia di marketing. Le più comuni forme di automazioni sono workflow, chatbot ed e- mail automatizzate; in realtà, puoi automatizzare ben altro. Ad esempio, puoi fare in modo che quando un utente compila un form di contatto venga inviata automaticamente una notifica interna, oppure puoi automatizzare l’email di benvenuto quando qualcuno si iscrive alla tua newsletter.
CASE STUDY